• cop fb
  • slide-tfaonline-2-940x310 
  • slide-cartadocente

Concorso DS

on .

Luigi Bonanno - A seguito della pubblicazione sui vari portali di informazione scolastica (e non solo),  delle Ordinanze cautelari n. 64 e n. 67 del 2012, disposte dal Consiglio di Stato a conferma dei decreti cautelari di dicembre del presidente della sesta sezione giurisdizionale, al fine di consentire anche ai candidati che non avevano superato la preselezione a quiz del 12 ottobre di partecipare agli scritti del concorso a posti di dirigente scolastico, si precisa che l´iniziativa è stata sinergicamente coordinata tra lo Studio Legale Avvocati Associati Vannicelli /Cinquemani e l´Avvocato Maria Grazia Cannata dello studio legale del CONFAEL SCUOLA SICILIA -

Concorso Dirigenti Scolastici 2016

on .

 

OFFERTA FORMATIVA

 

In vista del prossimo Concorso per Dirigenti Scolastici la CONFIAL Scuola in sinergia con l’ENUIP, ha messo a punto un percorso formativo per tutti coloro che intendono affrontare le prove del Concorso.

 

Il corso di preparazione è articolato in due macro-step:

 

    • Il primo step di 25 lezioni da 3 ore, è fruibile sia in assetto di lezione frontale sia in assetto laboratoriale, per un totale di 75 ore in presenza e la possibilità di approfondire gli argomenti in piattaforma e-learning. In tale step i relatori-formatori avranno cura di visionare eleborati scritti e project work;
    • Il secondo step di 15 lezioni da 3 ore, per un totale di 45 ore, prevede incontri in presenza, ed è fruibile dai corsisti per uno studio di approfondimento teorico, ai fini del superamento della prova orale.


Entrambi gli step saranno certificati dall'ENUIP - Trapani, ente accreditato per la formazione al MIUR ai sensi della Direttiva n. 177/90.

 

ARTICOLAZIONE DIDATTICA

 

Il percorso formativo intende fornire strumenti e materiali per promuovere un approccio sistemico e multidisciplinare al profilo di dirigente scolastico, affrontando le seguenti tematiche:

 

    • Area giuridico-amministrativo-finanziaria con riferimento alla gestione integrata PTOF e P.A.
    • Area delle politiche dei sistemi formativi ordinamenti degli studi in Italia e nei paesi dell’Unione Europea;
    • Area della gestione e del management delle istituzioni scolastiche, nel quadro della riforma e dell’autonomia scolastica;
    • Area socio-psico-pedagogica;
    • Area organizzativa, relazionale e comunicativa con particolare riferimento alla leadership, gestione delle risorse umane e finanziarie.

 

RISORSE

 

 

 I corsisti avranno l'opportunità di approndire le diversificate tematiche del programma tramite:

 

    • Relatori in presenza nel gruppo classe di alta esperienza formativa maturata per le preparazioni ai concorsi del settore scolastico;
    • Materiali didattici di approfondimento studio allocati in piattaforma e-learning sia per le prove scritte che orali;
    • Tutor per le esercitazioni in presenza;
    • Piattaforma e-learning per approfondimenti ed esercitazioni per le prove scritte.

 

 

EFFETTUA LA PREISCRIZIONE ONLINE

Grande fermento ogni anno all’avvio delle lezioni ...

on .

Grande fermento ogni anno all’avvio delle lezioni …

Ogni anno prima dell’avvio delle lezioni nelle varie scuole, si verifica un grande fermento, tutti gli insegnanti titolari fuori dalle proprie residenze tentano di ricongiungersi con le famiglie e di conseguenza aspirano ad ottenere l’ assegnazione provvisoria. Pertanto durante l’estate si compilano domande, ci si informa sulle possibili sedi disponibili, ci si fascia la testa e a volte si vive con ansia la tanto attesa vacanza estiva che diventa un vero e proprio incubo.

Si giunge così alla fine del mese di agosto tra paure e timori di allontanarsi un’altra volta dalla propria terra, si attendono i risultati degli UU.SS.PP. delle varie Province che tra errori e disguidi, stilano le graduatorie provvisorie e poi quelle definitive. Sommersi dai ricorsi, giusti ed impropri, effettuano i vari aggiustamenti che fanno slittare partenze e prese di servizio.

E’ chiaro che chi ha già una sede di servizio all’interno della Provincia cerca di rendere più agevole il proprio lavoro, sperando di avvicinarsi al comune dove vive e trasforma gli ultimi giorni estivi in un’attesa snervante sperando di ottenere una sistemazione migliore. Naturalmente in tutto questo marasma scolastico, dovuto ai numerosi tagli della Gelmini, i perdenti posto sono “come color che son sospesi”, in attesa di giudizio e quindi di sede definitiva; anche se questi per anni sono costretti al nomadismo prima di un posto stanziale. Così si giunge al primo di Settembre, quattro o forse cinque e sei Settembre senza sapere cosa fare, se partire o restare, se sperare o disperarsi ???

Le scuole diventano come delle giostre, specie i primi giorni di scuola, scendi tu che salgo io, toccava a me e non a te, etc …

Finalmente iniziano le lezioni ed urge mettere ognuno al suo posto, allora stringono i tempi, i responsabili degli uffici Provinciali accelerano le procedure prima che parta qualche querela ed intorno al quindici di Settembre, dopo reclami e ricorsi di ogni genere si placa la tempesta, vengono assegnate le sedi definitive. Chi rientra nel piano della mobilità annuale, ritorna a vivere nella normalità il quotidiano, chi resta fuori rimane con l’amaro in bocca e chi non riesce a convincersi dell’esclusione o della mancata assegnazione per motivi di esubero o di ingiustizie???

Ragion per cui cari colleghi, nel vivere questo tempo di incertezze e di confusione generale, chiediamo agli uffici competenti di accelerare i tempi delle pubblicazioni oppure di ritardare l’avvio dell’anno scolastico, considerando l’idea che iniziare le attività il primo di Ottobre come un tempo non sarebbe una cattiva scelta. Del resto, se consideriamo il solleone delle nostre zone che ci tartassa nei primi giorni di scuola, potremmo considerare l’ipotesi di dare maggiore tempo agli operatori degli uffici scolastici che in questa parte dell’anno diventano oberati di lavoro sacrificando le ferie con le loro famiglie.

Infatti se il Contratto Nazionale viene reso noto il 24 Agosto, dopo la scadenza delle domande di assegnazione ed utilizzazione provvisoria, il personale addetto alla lavorazione delle domande sulla mobilità deve avere i tempi tecnici per contestualizzare i vari articoli e quindi applicarli.

Concludendo, nel tempo della società informatica e tecnologica, nell’era digitale continuiamo ad accumulare ritardi e disservizi, anche perché ricordiamoci che le macchine sono gestite dall’uomo che in quanto tale è soggetto all’errore. Auspichiamo in futuro meno errori di sostanza e confidiamo in procedure più celeri e trasparenti che possano essere per tutti visibili e comprensibili.

Ci auguriamo quindi un BUON ANNO SCOLASTICO!!!

MIMMA RITA PALERMO

Ambiti Territoriali (Ex USP)

 

 

 

 

 

Facebook