• cop fb
  • slide-tfaonline-2-940x310 
  • slide-cartadocente

MOBILITA' 2017/18: firmato oggi l'accordo tra MIUR e sindacati

on .

Firmato in tarda mattinata l'accordo tra MIUR e sindacati firmatari di contratto FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal, con cui vengono definite le linee portanti sulla mobilità del personale scolastico per l'A.S. 2017/18.

 

Il confronto avviato il 28 dicembre e proseguito nel corso della mattinata di oggi ha definito gli aspetti generali della mobilità:

 

1.    tutti potranno presentare liberamente domanda di mobilità scegliendo tra scuola, ambito o provincia con il conseguente superamento del vincolo triennale. Nello specifico:

  • il personale docente può presentare domanda per trasferirsi da ambito a scuola, da scuola a scuola, da scuola ad ambito;
  • nella domanda, il personale può esercitare in totale 15 opzioni  (fino a 5 scuole)  più scelte sintetiche relative ad ambiti e/o province;
  • nell’ambito delle 15 opzioni possono essere scelte anche più province per tutti gli ordini di scuola.

2.    saranno revisionate le tabelle dei punteggi per valorizzare l’esperienza e il servizio pre ruolo e in altro ruolo prestato nella scuola statale

3.    il passaggio da titolarità di ambito a titolarità di scuola, fondato su principi di imparzialità e trasparenza, sarà regolamentato in un parallelo specifico percorso di contrattazione

4.    il 60% dei posti disponibili sarà assegnato alle nuove assunzioni, il 30% alla mobilità, il 10% alla mobilità professionale (da riequilibrare nei successivi contratti).

 

Pensionamenti A.S. 2016/17

on .

Entro il 20/01/2017, il personale della scuola, può presentare istanza di pensionamento, presso il portale "Istanze On Line". In allegato il decreto che ne stabilisce i criteri.

Allegati:
Scarica questo file (prot38646_16.pdf)prot38646_16.pdf[ ]665 kB

DPCM 28/11/2016 modalità per l'utilizzo carta elettronica docenti

on .

Pubblicato in G.U. n.281 del 28/11/2016 il DPCM 28/11/2016 riguardante la "Disciplina delle modalità di assegnazione e utilizzo della Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione del docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado".

 

Il decreto contiene le indicazioni per l’assegnazione della Carta di 500 euro ai beneficiari interessati, nello specifico per i docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute, i docenti in posizione di distacco e utilizzati anche nelle scuole all'estero.

Particolari dettagli nell'allegato DPCM.

 

 

Allegati:
Scarica questo file (DPCM_28-11-16_carta-docente.pdf)DPCM_28-11-16_carta-docente.pdf[ ]1513 kB

MIUR: il Bonus 500 euro spese valide dal 1° settembre e 30 novembre 2016

on .

IL MIUR integra la nota sulle modalità di fruizione del BONUS da 500 euro per i docneti in servizio e corregge il tiro comunicando che sarà possibile giustificare da parte dei docenti le spese per l’aggiornamento professionale a partire già dal 1 settembre 2016.

Pertanto, si potranno fare rientrare nel bonus da 500 euro erogato telematicamente dal Miur tutte le spese come corsi, sussidi ed eventi culturali fruiti sino al prossimo 30 novembre.

Nello specifico nel comunicato si evince che “le somme relative all’anno scolastico 2016/2017 eventualmente già spese dal 1° settembre 2016 al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso la piattaforma digitale e saranno erogate ai docenti interessati, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza”.

I docenti che hanno svolto formazione dall’inizio di quest’anno scolastico, sempre presso enti accreditati dal Miur, o fruito di sussidi e strumenti finalizzati alla didattica, oltre che di attività culturali attinenti alla propria professione o disciplina, dovranno dunque consegnare la documentazione alla propria segreteria scolastica: dal 1° dicembre, salvo deroghe, invece, si potrà utilizzare l’applicazione web “Carta del Docente” all’indirizzo www.cartadeldocente.istruzione.it.

Si ricorda che il docente potrà generare direttamente dei “Buoni di spesa” per l'acquisto di libri e di testi, anche in formato digitale per:

-         l’acquisto di  pubblicazioni  e  di  riviste  utili all'aggiornamento  professionale; 
-         l'acquisto di   hardware   e software; 
-         l'iscrizione a corsi per attività di  aggiornamento  e di qualificazione delle  competenze  professionali,  svolti  da  enti accreditati presso il Ministero dell'Istruzione; 
-         l’iscrizione a corsi di laurea, di laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale; 
-         l’acquisto di biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche;  
-         l’acquisto di biglietti di musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo; 
-         iniziative  coerenti  con  le   attività   individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle scuole e del Piano nazionale di formazione.

 

Per l’utilizzo della “Carta del Docente” sarà necessario ottenere l’identità digitale SPID, registrazione da effettuare entro il 30 novembre 2016.

I buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti autorizzati con la semplice esibizione. Per l’utilizzo della “Carta del Docente” sarà necessario ottenere l’identità digitale SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid) e successivamente ci si potrà registrare sull’applicazione. L’acquisizione delle credenziali SPID si può fare sin da ora. Si tratta di un codice unico che consentirà di accedere, con un'unica username e un’unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici (http://www.spid.gov.it/servizi).

Il nuovo sistema che parte quest’anno consentirà ai docenti di avere uno strumento elettronico per effettuare e tenere sotto controllo i pagamenti. E alle scuole di essere alleggerite dalla burocrazia e dalle procedure di rendicontazione. Sarà possibile spendere i 500 euro a partire dall’attivazione della Carta.

Le somme relative all’anno scolastico 2016/2017 eventualmente già spese dal 1° settembre 2016 al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso la piattaforma digitale e saranno erogate ai docenti interessati, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.

 

 

Ambiti Territoriali (Ex USP)

 

 

 

 

 

Facebook